23-24 SETTEMBRE 2016, CANBERRA
CONFERENZA ITALIANS DOWN UNDER
 

La conferenza, voluta dall'ambasciatore Pier Francesco Zazo, e' stata un felice ragruppamento di espressioni eterogenee della comunita' italo australiana.

 

Un'occasione annuale, questa in ACT, per confrontarsi sui maggiori temi al centro dell’attenzione della nostra comunità, i quali vanno dalla promozione  della lingua e  cultura italiana,  ai  flussi migratori delle cosiddette "nuove migrazioni", dagli accordi commerciali tra i due Paesi, finendo con la partecipazione politica della comunità.
 
Di notevole interesse sono stati gli interventi del Prof. Mascitelli (Swinburne University of Technology), il quale ha presentato la sua ricerca sul nuovo esodo degli italiani verso l'Australia, e l'ormai famoso documentario di Michele Grigoletti, "88 days". Quest'ultimo mostra le varie sfumature dei nostri giovani con il working holiday visa.

 

Nella seconda giornata, ho partecipato  al gruppo di lavoro (Strategies to strenghten the presence of the Italian language and culture in Australia) dedicato allo stato attuale  per rafforzare la presenza della lingua e cultura italiana nel territorio australiano. Diverse le problematiche sollevate: la concorrenza con le lingue asiatiche, la carenza di insegnanti qualificati, il non riconoscimento dei nostri titoli universitati,innovazione, ricerca e formazione.
 
Comunque, la conferenza era incentrata sull'Open Forum finale della prima giornata: una opportunita' per i vari rappresentanti e partecipanti di sondare l'interesse nella creazione di  un “Network of Networks”. Una struttura nazionale che possa unificare tutti gli intenti e gli sforzi in campo sinora.  Il fulcro della proposta e' nel chiedere e trasformare il tutto in un maggiore coordinamento.
 

Tuttavia, rimane una certa perplessita' nel non avere affrontato concretamente il problema del ricambio e/o integrazione generazionale nelle varie rappresentanze e un'azione concreta per fermare lo sfruttamento dei nostri giovani connazionali. 

Una pecca, a mio avviso, il non avere  appronfondito il ruolo di Westfield, rappresentato dal'intervento di Josh Itzkowic, coinvolto nella costruzione del piu' grande centro commerciale d'Europa (sic) tra Milano e Brescia. Con buona pace per la natura.

 

 In conclusione, ritengo che sia l'organizzazione della conferenza che i lavori iniziati anche dagli altri 2 gruppi (Strategies to strengthen representation of the Italian-Australian community's and enhance its participation in Australian Society"; "Opportunities for further strengthening of Italy-Australia bilateral trade and investment") siano fondamentali e utili come base di lavoro per progetti e iniziative a medio-lungo termine.

 

Un ringraziamento particolare va al Senatore Vito Petrocelli (M5S), il quale, insieme a una delegazione del Senato, ci ha gradito della Sua presenza.

 
 ---

 Spese sostenute, con l'aiuto di 4 attivisti:

trasporto propria abitazione - aeroporto e viceversa = circa 20$ in benzina;

trasporto alloggio - aeroporto Canberra (  Uber)= $16.65;

trasporto aeroporto Canberra -alloggio = 12$ (bus express) + 4,70$ (2 autobus urbani);

 

Alloggio  (airbnb) con colazioni incluse (pane e marmellata)= 236$;

Aerei da e per Canberra = 0$, grazie ai puntimiglia;

 Pranzi, cene = 0$, buffet offerti dall'ambasciata + 2 paste al pomodoro cucinate dal sottoscritto:)